Chiudi Finestra Chat
Live Chat
Live Chat: Online
Domande? Scrivici
Inviaci una domanda

Invia Chiudi In ascolto
Ripristina Chat
Scuba Schools Internation
Scuba Schools Internation
Cookie Policy
Questo sito, e le applicazioni di terze parti in esso contenute, utilizzano i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Diving Line

Indietro La scuola sub Diving Line Corsi sub a Roma
Caricamento in corso: attendere.........
Loading .......

Certificato medico: regole generali - inderogabili!!!!!


Certificato medico: regole generali - inderogabili!!!!!



Il controllo medico, in Italia, è obbligatorio per tutti coloro che praticano "attività sportiva  agonistica" e "non agonistica organizzata" (cioè con società sportive, enti di promozione sportiva, nelle palestre, eccetera), ma la visita medica necessaria per questo tipo di attività è molto diversa da quella sufficiente per l'attività "non agonistica".

Il certificato accettabile per l'attività non agonistica rimane quello del medico di base ma deve riportare l'indicazione della misurazione della pressione e i dati dell'elettrocardiogramma sulla base del quale viene emesso e deve riportare la dicitura "valido per attività sportive non agonistiche" o equivalente, preferibilmente per attività subacquee. L'elettrocardiogramma non deve essere fatto contestualmente, ma basta che sia stato fatto almeno una volta nella vita ed il medico lo citi (a meno che il medico non ritenga di doverne richiedere un altro).
Certificati emessi con modalità diverse non possono essere accettati, in base alle indicazioni del ministro Lorenzin che si rifà all'art. 3 del DM 24/04/2013 che disciplina le attività non agonistiche, così come non potranno più essere accettati certificati rilasciati da medici diversi dal medico di base o dal medico sportivo.
Per chi ha problemi di qualsiasi genere con le orecchie o ritiene di averli o ne abbia avuti in passato o ritiene di avere dei dubbi in merito è invitato anche a fare una visita dall'otorino (comunque consigliata per tutti), possibilmente specializzato in attività subacquee e a consegnare il relativo certificato insieme a quello rilasciato dal medico di base. 

Rimane comunque preferibile effettuare una visita presso un centro specializzato in medicina per lo sport o presso un centro di medicina iperbarica: l'attività subacquea si svolge in un ambiente particolare e un eventuale problema di salute che può essere banale sulla terra ferma potrebbe essere particolarmente problematico da risolvere sott'acqua. Tutti i nostri associati hanno nella loro area personale il modulo precompilato che possono scaricare per richiedere la visita medico sportiva presso una ASL!!
 
Per quanto riguarda SSI il certificato medico sportivo lo richiede solo per i dive professional e non per i subacquei ricreativi e rimanda alla disciplina legislativa regionale per quel che riguarda le regole del certificato medico per i subacquei ricreativi (quindi tutti voi ad esclusione dello staff a cui noi richiediamo un controllo dal medico sportivo o iperbarico).

LINEE GUIDA  DI  INDIRIZZO  IN  MATERIA  DI  CERTIFICATI  MEDICI  PER
                L'ATTIVITA' SPORTIVA NON AGONISITICA 
 DECRETO 8 agosto 2014  Approvazione delle linee guida in materia di certificati medici per l'attivita' sportiva non agonistica. (14A08029) (GU Serie Generale n.243 del 18-10-2014)
 
Definizione di attivita' sportiva non agonistica 
 
1. Si  definiscono  attivita'  sportive  non  agonistiche  quelle praticate dai seguenti soggetti:
  • gli   alunni   che   svolgono   attivita'   fisico-sportive organizzate  dagli  organi  scolastici  nell'ambito  delle  attivita' parascolastiche; 
  • coloro che  svolgono  attivita'  organizzate  dal  CONI,  da societa' sportive affiliate alle Federazioni sportive nazionali, alle Discipline associate, agli Enti di promozione  sportiva  riconosciuti dal CONI, che non siano considerati  atleti  agonisti  ai  sensi  del decreto ministeriale 18 febbraio 1982; 
  • coloro che partecipano ai Giochi sportivi studenteschi nelle fasi precedenti a quella nazionale.  
Medici certificatori
1. I certificati per l'attivita'  sportiva  non  agonistica  sono rilasciati dai medici di medicina generale e dai pediatri  di  libera scelta, relativamente ai propri assistiti, o dai  medici  specialisti in medicina dello sport ovvero dai medici  della  Federazione  medico sportiva italiana del Comitato olimpico nazionale italiano. 
Periodicita' dei controlli e validita' del certificato medico  
  1.  Coloro che praticano attivita'  sportive  non  agonistiche  si sottopongono a controllo medico annuale che determina  l'idoneita' a tale pratica sportiva. 
  2.  Il certificato medico  ha  validita'  annuale  con  decorrenza dalla data di rilascio. 
  3.  Nel caso in cui l'allievo riporti di aver avuto problemi di qualsiasi tipo alle orecchie consigliamo fortemente una visita da un otorinolaringoiatra preferibilmente specializzato in attività subacquee. 
 
Esami clinici, accertamenti e conservazione dei referti 
1. Ai fini del rilascio del  certificato  medico,  e'  necessario quanto segue:
  • l'anamnesi e  l'esame  obiettivo,  completo  di  misurazione della pressione arteriosa; 
  • un  elettrocardiogramma  a  riposo,  debitamente  refertato, effettuato almeno una volta nella vita; 
  • un  elettrocardiogramma  basale  debitamente  refertato  con periodicita' annuale per coloro che hanno superato i 60 anni di  eta' e che associano altri fattori di rischio cardiovascolare; 
  • un  elettrocardiogramma  basale  debitamente  refertato  con periodicita' annuale per coloro che, a prescindere  dall'eta',  hanno patologie  croniche  conclamate,  comportanti  un  aumentato  rischio cardiovascolare. 
2. Il medico certificatore tenuto conto delle  evidenze  cliniche e/o diagnostiche rilevate, si puo' avvalere anche  di  una  prova  da sforzo massimale  e  di  altri  accertamenti  mirati  agli  specifici problemi di salute. Nei casi dubbi il medico certificatore si  avvale della consulenza del medico specialista in medicina  dello  sport  o, secondo il giudizio clinico, dello specialista di branca.     
3. Il medico certificatore conserva copia dei referti di tutte le indagini diagnostiche eseguite, nonche' dell'ulteriore documentazione di cui ai precedenti commi, in conformita' alle vigenti  disposizioni e comunque per la validita' del certificato. 
4. Per quanto  riguarda  i  medici  di  medicina  generale  ed  i pediatri di libera scelta, l'obbligo di conservazione  dei  documenti puo' essere assolto  anche  dalla  registrazione  dei  referti  nella scheda sanitaria individuale informatizzata, ove attivata.  


Fotografia a cura di Alessandro Ludovici.Fotografia a cura di Alessandro Ludovici.Fotografia a cura di Alessandro Ludovici.Fotografia a cura di Alessandro Ludovici.Fotografia a cura di Alessandro Ludovici.Fotografia a cura di Alessandro Ludovici.

 
Autenticazione